Proviamo a correre!

Quando si comincia a correre, è bene seguire alcune precauzioni, in particolare:

TENERE L’ ANDATURA PIU LENTA CHE PUO’ ANCORA ESSERE DEFINITA CORSA. Se ci si allena sempre sullo stesso percorso,si costaterà che di seduta in seduta, anche non facendo nulla per andare piu forte,il ritmo aumenterà spontaneamente,sia pure di poco alla volta; si deve comunque tenere una velocità che permetta di chiacchierare abbastanza tranquillamente.Se,pur correndo ad un ritmo molto basso, si ha egualmente il fiatone,significa che non si è ancora pronti per la corsa e bisogna dedicarsi ancora per qualche tempo al cammino o ad altre attività aerobiche.

IMPORSI DI NON ESSERE COMPETITIVI NE CON SE STESSI, NE CON GLI ALTRI CORRIDORI.

Non si deve cercare, per esempio,di impiegare ogni volta un tempo inferiore a compiere un certo percorso, ne di tenere l’andatura di un amico molto piu forte, ne di aumentare il ritmo nell’ ultimo tratto (non fare,insomma la ” volata finale” ), anche se ci piacerebbe e ci sentiamo in grado di farlo.I miglioramenti arriveranno comunque; non è il caso di “forzare” per accelerarli rispetto agli adattamenti che avvengono nell’ organismo.

CORRERE SU PERCORSI COMPLETAMENTE PIATTI E CON SUPERFICIE REGOLARE.

Le salite fanno aumentare notevolmente la richiesta energetica, quindi è opportuno evitarle nel primo periodo.Meglio tralasciare anche le discese,perchè possono provocare dolori muscolari, e i percorsi con buche e sassi, che accrescono le sollecitazioni sulle strutture degli arti inferiori e determinano un aumentano del rischio di infortuni. il percorso ideale è in terra battuta ben liscia, ma anche l’ asfalto, con le scarpe adatte,va bene.

SCEGLIERE LE CONDIZIONI CLIMATICHE PIU’ FAVOREVOLI.

Innanzitutto, vanno preferite le ore in cui la temperatura è piu’confortevole, vale a dire attorno a mezzogiorno d’ inverno e nella prima mattinata o nel tardo pomeriggio d’ estate. Inoltre,finchè non si è raggiunto un buon grado di allenamento(e,dunque,una buona resistenza agli agenti esterni) bisogna rinunciare a correre se piove o c’è molto vento.Infine è bene evitare il piu’ possibile zone trafficate e aria inquinata. in queste condizioni il tapis roulant puo’ essere un buona alternativa.

Author: Atletica Stezzano

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *