La corsa sul tapis roulant

Questo tipo di corsa simula molto bene quella all’ aperto.Chi non ha mai provato a farlo, crede che per correre sia sufficiente sollevare i piedi anche di pochi centimetri, quel che basta per lasciare scorrere il nastro, dunque facendo una fatica minima. In realta, quando si è su un tapis roulant,si esercita una spinta verso l’ avanti-alto del tutto simile a quella che si esprime quando si corre in pista o su strada a una velocità analoga a quella del nastro.Ci sono soltanto due differenze: la prima è la risposta all’ appoggio, che però cambia anche quando si passa dalla strada alla pista ( ma anche da un tipo di pista a un altro) e varia a seconda dei modelli di tapis roulant.La seconda è il non dover vincere la resistenza dell’ aria che , in ogni caso,rappresenta una percentuale molto piccola della spesa totale, sopratutto alle velocità tenute da chi non è un campione di livello internazionale. La corsa sul tapis roulant  presenta di sicuro uno svantaggio: è più monotona di quella all’ aria aperta, specie se si ha la possibilità di compierla  in un parco o in un bosco.Ma ha vari pregi:

.Consente di correre anche quando le condizioni meteo sono sfavorevoli : caldo o freddo eccessivo  pioggia  o neve

.Da la possibilità di correre a qualsiasi ora mattina presto o sera tardi quando fuori è buio.

.Permette di mantenere una velocità costante e di simulare le salite della pendenza che si desidera.

.Rende possibile correre, senza dover fare  magari lunghi spostamenti, quando in zona non ci sono percorsi adatti.

 

Author: Atletica Stezzano

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *