Cos’è il Trail

Scopri il trail, la corsa nella “natura”

La tua anima ecologica sarà estasiata sia durante gli allenamenti che durante le gare…Eviti i nauseabondi gas di scarico e puoi godere dei paradisi di vegetazione e di immensa tranquillità!

I jogging nella « natura »

Il running nella « natura », comunemente chiamato in inglese « trail » che significa «sentiero», è una corsa che si svolge nella natura, lontano dalle strade asfaltate. Permette di spezzare la monotonia dei percorsi urbani: running nel bosco, corsa in sentieri di montagna, jogging in spiaggia…I panorami sono unici ed eterogenei per la felicità dei jogger !

 

Per quanto riguarda l’aspetto fisico, il jogging nella « natura » sviluppa potenza e forza degli arti inferiori e di tutta la parte superiore del corpo, attraverso la costante ricerca del proprio equilibrio. Rappresenta il modo migliore per controllare i propri passi, adattare la propria andatura e migliorare le proprie capacità respiratorie. Per quanto riguarda l’aspetto mentale, correre in un ambiente naturale permette di uscire dai ritmi quotidiani e spesso stressanti, di ritrovare una certa indipendenza e una totale libertà di pensiero.

Ascoltare se stessi e anticipo sul programma !

Le corse nella «  natura » sono rivolte ad un ampio pubblico. Tutti possono farla, ma devono adattare i circuiti alle proprie capacità. Si può iniziare con una breve corsa di 5 km e tentare in seguito dei trail di 15 / 30 km giornalieri.

Découvrez le trail

Le corse nella « natura » o «  trail » sono dei termini abbastanza generici per indicare le corse fuori dalla strade asfaltate. La Federazione francese d’Atletica ha classificato ogni corsa secondo la distanza, i tipi di terreno e il livello di difficoltà, affinché ogni corridore possa definire il proprio allenamento in base al tipo di corsa da affrontare.

 

Le corse verdi

Sono dei percorsi di 30 Km o di 2 ore di sforzo aperti a tutti.  Il livello di difficoltà è medio, queste corse somigliano più a delle passeggiate familiari in mezzo alla natura che a delle gare individuali.

Le corse in montagna

Questi percorsi in montagna sono spesso associati a dislivelli positivi o negativi, a sforzi lunghi e a paesaggi mozzafiato e tranquilli. Le distanze si calcolano a tempo e non a km, a causa della variazione dei terreni; si corre in generale da 1 ora a 1,15 limitando i dislivelli a 500 m.

I trail

Corridori agguerriti e appassionati possono partecipare alle corse « trail » con distanze di 20 / 40 km, alcuni trail possono raggiungere distanze di 70 km. Le partenze delle corse sono  fissate la mattina presto, ogni corridore ha il proprio programma di corsa per individuare il percorso, ma l’obiettivo è di correre al proprio ritmo senza forzarsi e adattando le pause secondo i propri bisogni.

Ogni percorso è segnalato e reso sicuro da persone che hanno il compito di indicare i luoghi definiti per la gara.   Ogni 5 km sono previste delle soste per rifocillarsi.

 

Da ricordare : Le distanze dei trail non devono « frenarvi », perché contrariamente alla corsa su strada, i momenti di camminata fanno parte integrante del circuito natura.Le frazioni maggiormente in salita si trasformano in camminata attiva, favorevole a un buon recupero. Correndo in mezzo alla natura s’incontrano passaggi complessi e ostacoli di tutti i tipi.

Découvrez  la course nature

Alcuni consigli da seguire :

  • In caso di cattivo tempo, alzare il piede ed adattare la falcata alle diverse tessiture del terreno, che può essere più o meno scivoloso.
  • Anticipare le traiettorie, mantenendo la propria andatura per proteggere le caviglie e mantenere l’equilibrio.
  • Variare gli allenamenti con la pratica di altri sport, come la bici, l’escursionismo in montagna, la marcia nordica o lo sci di fondo.
  • L’esperienza permetterà di migliorare e riconoscere facilmente la densità dei terreni e i migliori passaggi.

Adottare un look « natura »

Abbandonare la canotta e il pantaloncino fluttuante della corsa su strada, perché la corsa nella « natura » richiede un abbigliamento coprente, isolante e che protegga dai passaggi con folta vegetazione, dagli scottanti raggi solari, sopratutto in alta quota, e dalle intemperie:

 

  • In estate pantaloncini leggeri o cosciale più lungo, in inverno corsaro o collant.
  • Maglia a manica lunga o corta, secondo le condizioni climatiche, rinforzata da protezioni sulle spalle (evita gli sfregamenti degli spallacci dello zaino e protegge dai raggi UV).

 

Chi dice varietà di terreno (distanza, profilo, livello di difficoltà), dice scarpe da corsa per tutti i tipi di terreno !

Dotate di suole dentellate, offrono un’ottima protezione contro gli urti sull’avampiede e sul tallone.

Author: Atletica Stezzano

Share This Post On